Hi-Tech

Le magnifiche sette della Silicon Valley valgono più di Germania, Italia e Spagna

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

La crisi incombe ma non per tutti, soprattutto per le più grandi aziende americane che dopo qualche settimana di forte incertezza hanno riguadagnato in borsa quanto perso a marzo e aprile 2020, fino a superare i livelli di inizio anno. Le magnifiche sette assomigliano così sempre più a stati che multinazionali, i loro fatturati sono perennemente in crescita e le capitalizzazioni da far girare la testa.

Basti pensare ad Apple che questa settimana ha raggiunto e superato i 2 mila miliardi di capitalizzazione ($2,023T); la prima in assoluto a raggiungere questo incredibile obiettivo, tanto che non sono mancate le spiazzanti comparazioni che vedono questo valore assimilato al Pil italiano (ovvero la ricchezza prodotta dal nostro paese in un anno, calcolata in $2.086,9T nel 2019).

Se poi aggiungiamo anche Amazon ($1,652T), Microsoft ($1,624T), Alphabet ($1,074T), Facebook ($766,361 Mld), Tesla ($373,065 Mld) e Netflix ($219,581 Mld) completiamo in un baleno il quadro dello strapotere digitale della Silicon Valley, capace di raggiungere i punti nevralgici della rete traendo profitti da capogiro in tutto il mondo.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Mobzilla a 398 euro oppure da Amazon a 488 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker