Hi-Tech

Instagram, YouTube, TikTok: esposto database con dati di 235 mln di account

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

I profili di quasi 235 milioni di utenti di vari social network, tra cui Instagram, TikTok e YouTube sono diventati di dominio pubblico. Le piattaforme in sé non sono state violate: questa "database breach" è la conseguenza di un'operazione di scraping decisamente ai limiti della legalità e una configurazione errata di un server.

Lo scraping, in poche parole, significa usare software che scandagliano la Rete alla ricerca di informazioni di pubblico dominio e le organizzano in database. La tecnica di per sé non è illegale, visto che come dicevamo sono dati pubblici, ma la maggior parte dei social network li vieta espressamente: questo perché tutti questi dati personali possono creare un profilo molto preciso di una persona; e quando ciò accade il contenuto assume un valore commerciale importante per esempio per le aziende che operano nel settore della pubblicità.

Un'azienda che ormai ha chiuso, ovvero Deep Social, è la responsabile materiale dello scraping. I dati raccolti, a quanto pare, sono poi diventati proprietà di Social Data, che li ha lasciati accessibili su server remoti senza nemmeno una password di protezione. La società di cybersicurezza Comparitech si è accorta del problema e l'ha segnalato a Social Data, che l'ha corretto tempestivamente (nel giro di qualche ora appena).


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker