Hi-Tech

Enormi tubi lavici per ospitare le basi umane su Luna e Marte. Lo studio italiano

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Quando si parla dei possibili insediamenti umani sulla Luna o su Marte, chissà perché, si immaginano sempre grandi strutture dalle forme avveniristiche, magari tondeggianti come il Mars Science City Project nei pressi di Dubai, o simili alle basi spaziali modulari che si vedono nei film di fantascienza. In ogni caso, si tratta quasi sempre di insediamenti sulla superficie del pianeta o del satellite in questione, magari ripresi con un colpo d'occhio dall'alto.

Stando ad una ricerca pubblicata su Earth Science Reviews, però, le cose sarebbero un po' diverse: gli insediamenti potrebbero essere sotterranei, ospitati all'interno di giganteschi tubi lavici, ovvero grotte formate dall'escavazione della lava. A rovesciare la prospettiva dell'immaginario comune è stato un gruppo di ricercatori delle Università di Bologna e di Padova, coordinati da Francesco Sauro e Riccardo Pozzobon.

Gli studiosi hanno presentato una panoramica dei tubi lavici sulla Terra, fornendo anche una stima delle dimensioni delle loro controparti lunari e marziane. A quanto pare, a causa delle differenti condizioni di gravità e delle relative conseguenze sul vulcanismo, i tunnel marziani e lunari sarebbero rispettivamente 100 e 1000 volte più larghi di quelli terrestri, che in genere hanno un diametro da 10 a 30 metri, e sarebbero lunghi più di 40 km. In pratica, potrebbero contenere l'intero centro della città di Padova.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Emarevolution a 398 euro oppure da Unieuro a 488 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker