Hi-Tech

Galaxy S21/S30, niente sensore ToF. Ma Samsung non ha gettato la spugna

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Niente sensore ToF (Time-of-Flight) per il Samsung Galaxy S21, o S30 o comunque si chiamerà il top di gamma della prossima generazione: secondo le fonti della testata sudcoreana The Elec, non ci sono abbastanza casi d'uso che lo giustificano, e la qualità dei sensori a cui ha accesso Samsung non è allo stesso livello delle soluzioni impiegate da Apple.

Il sensore ToF serve a mappare tridimensionalmente l'ambiente circostante: ha un suo impiego in ambiti come la realtà aumentata, il riconoscimento del volto e altro ancora. L'anno scorso era la novità in arrivo del momento: a quanto pare è stata una di quelle cose che sulla carta sembravano un'ideona, ma poi all'atto pratico non hanno attecchito chissà quanto (qualcuno ricorda gli smartphone impossibilmente sottili? O le fotocamere pop-up?). Già non si trova sugli appena rilasciati Note 20 e Note 20 Ultra, anche se si potrebbe argomentare che lo spazio interno in più occupato dalla S Pen in qualche modo doveva saltare fuori.

In ogni caso la fonte dice che Samsung non ha completamente gettato la spugna riguardo alla tecnologia. Sta continuando a sperimentare, innovare e renderla ancora migliore. A quanto pare un sensore di qualità nettamente superiore è già in corso di sviluppo presso la divisione System LSI, ma se lo troveremo su un dispositivo consumer è ancora tutto da decidere. Dipenderà non solo dall'effettivo balzo qualitativo rispetto a quanto abbiamo visto su S20, ma anche sull'adozione da parte del mercato.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE è in offerta oggi su a 349 euro oppure da Media World a 479 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker