Hi-Tech

Xiaomi pensa ancora ad un suo processore

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Xiaomi non ha abbandonato l'idea di prodursi i SoC da sola: la dichiarazione proviene dall'amministratore delegato della società Lei Jun, e giunge a distanza di poche ore dal notevole evento in cui sono stati presentati diversi prodotti ad alto profilo – tra cui il nuovo top di gamma, Mi 10 Ultra, con una fotocamera ulteriormente migliorata che distrugge ogni concorrenza su DxOMark -, il Redmi K30 Ultra, un fantastico TV con schermo trasparente e addirittura un kart elettrico in collaborazione con Lamborghini.

Xiaomi lavora a chip proprietari già da qualche anno, ma finora i risultati sono stati piuttosto scarsi. Nel 2017 è uscito il Surge S1, unità realizzata con processo produttivo a 28 nm con CPU costituita da 8 core Arm Cortex-A53 (4 a 2,2 GHz e 4 a 1,4) e una GPU Arm Mali-T860. S1 era un chip chiaramente di fascia media/economica, e si è visto solo su uno smartphone, il Mi 5C (che all'epoca recensimmo anche). Per un periodo si era vociferato che Nokia/HMD fosse interessata a montare il SoC sui propri dispositivi, ma nulla si è poi avverato, e il Surge S1 è rimasto l'unico chip mai presentato da Xiaomi.

Lei Jun purtroppo non ha elaborato più di tanto la sua dichiarazione: si è limitato a dire che le aspettative del pubblico non saranno disattese, ma non ha rivelato né tempistiche né dettagli sulla strategia. Vero è che, come dicevamo appena ieri, il futuro si prospetta piuttosto complesso per il mercato dei SoC mobile, con Huawei in difficoltà a causa delle sanzioni americane, Samsung che vuole diventare il nuovo punto di riferimento del settore, MediaTek pronta ad aggredire il mercato internazionale con i suoi Dimensity 5G e Qualcomm che, naturalmente, non ha nessuna intenzione di cedere la propria posizione di leadership. È anche interessante osservare che le sanzioni di Trump potrebbero favorire la crescita della concorrenza: il governo cinese ha promesso ricchissimi finanziamenti per lo sviluppo di fonderie nazionali. Insomma, sono premesse favorevoli per Xiaomi.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 485 euro oppure da Unieuro a 569 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker