Hi-Tech

iPhone 12 ai nastri di partenza: Foxconn avvia la produzione in massa

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

A quanto pare Foxconn ha avviato la massiccia campagna di assunzioni stagionali per l'assemblaggio degli iPhone di nuova generazione, il cui debutto è previsto un po' più tardi del solito – si parla di qualche settimana, quindi probabilmente per fine ottobre/inizio novembre. Lo riportano i giornali cinesi: non si sa precisamente quanti interinali verranno assunti, ma in genere queste operazioni del maggior assemblatore di dispositivi elettronici al mondo sono colossali – nell'ordine delle migliaia di contratti. C'è talmente tanto bisogno di candidati che i dipendenti interni che ne suggeriscono uno valido possono essere ricompensati fino a 9.000 renminbi, pari a circa 1.000€.

Secondo indiscrezioni Foxconn dovrebbe sobbarcarsi la produzione della totalità degli iPhone 12 Pro Max (naturalmente i nomi sono ancora provvisori) con display da 6,7", e il 70% degli altri modelli. Nel complesso, la società dovrebbe assemblare circa l'80% dell'intero inventario di iPhone 2020. Per aiutare a contestualizzare questo dato, è bene ricordare che in genere Apple vende decine di milioni di iPhone ogni trimestre – il secondo del 2020, che è stato particolarmente negativo per l'intero settore, ha superato abbondantemente i 37 milioni di pezzi. Ma in genere verso il terzo e il quarto trimestre dell'anno i volumi sono ben più imponenti, proprio in virtù del lancio dei nuovi modelli. Grazie a iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max, per esempio, nel terzo trimestre dell'anno scorso Apple aveva spedito oltre 46 milioni di smartphone. L'obiettivo di Apple sarebbe riuscire a produrre almeno 80 milioni di Melafonini entro fine anno.

Foxconn fa ampio uso di macchinari per automatizzare il più possibile il processo, ma i robot non possono arrivare dappertutto. A complicare una situazione già di per sé piuttosto difficile quest'anno ci si mette anche il coronavirus: la pandemia è ben lungi dall'essere terminata, e non si può ancora escludere che la situazione torni a peggiorare nei prossimi mesi, con annesso rischio di nuovi lockdown e interruzioni nei processi produttivi. Secondo le statistiche aggiornate al 2017, il fornitore arrivava addirittura a superare quota 800.000 dipendenti.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Mobzilla a 401 euro oppure da Media World a 479 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker