Hi-Tech

Toshiba esce dal mercato dei PC portatili

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Toshiba dice definitivamente addio al mondo dei computer portatili: l'annuncio della vendita della propria divisione a SHARP e Foxcon Japan risale già a un paio di anni fa, ma nelle scorse ore si è concretizzata con la vendita delle ultime azioni a SHARP. Con un comunicato stampa stringato, il colosso giapponese decreta la fine di un'era durata 35 anni.

Toshiba aveva annunciato la vendita nell'estate del 2018: SHARP, aiutata da Foxconn Japan (entrambe sono parte del colosso Foxconn), aveva acquisito da subito la maggioranza delle azioni della divisione, rinominandola in Dynabook. Negli scorsi giorni ha comprato da Toshiba l'ultima quota di minoranza, come da precedenti accordi, e così Dynabook è ora 100% proprietà di SHARP.

Toshiba entrò nel mercato dei computer, dicevamo, nel 1985, con il T1100 (foto in apertura), che l'azienda in seguito definirà il primo computer portatile per il mercato di massa. Aveva un display LCD monocromatico, 256 kb di RAM e un processore Intel 80C88. Mancava il disco fisso: si operava solo via floppy disk. Possedeva anche una batteria interna ricaricabile.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker