Hi-Tech

Samsung in difficoltà con i 5 nm, Qualcomm bussa alla porta di TSMC

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Pare che Samsung non sia in grado di mantenere le promesse fatte a Qualcomm riguardo alla produzione di chip a 5 nanometri, e che Qualcomm si sia vista costretta a piazzare un ordine urgente presso la fonderia concorrente, TSMC. Già a febbraio, ben prima che le macchine litografiche portassero i motori a regime, era trapelato che sarebbe stata Samsung a produrre il SoC top di gamma di prossima generazione, ovvero lo Snapdragon 875, e il relativo modem 5G chiamato Snapdragon X60. In occasione dell'annuncio degli ultimi risultati fiscali, il colosso sudcoreano aveva confermato di aver avviato la produzione di massa.

Tuttavia, già, un paio di settimane fa erano circolate indiscrezioni secondo cui il processo produttivo non riusciva a raggiungere il livello di efficienza sperato, e che quindi si prospettavano ritardi sulla tabella di marcia. I tempi sono tuttavia stretti: i primi smartphone con i chip next-gen sono ormai ad appena 4-5 mesi di distanza. E così Qualcomm si è vista costretta a chiedere una mano a TSMC, almeno in queste fasi iniziali, in attesa che Samsung riesca a stabilizzare il processo produttivo. Ciò significa quindi che Samsung sarà sempre coinvolta nella produzione in massa del chip, ma in percentuale inferiore rispetto a quanto previsto inizialmente.

Anche perché TSMC ha già il suo bel da fare. Il grosso delle linee a 5 nm, che al momento dovrebbero essere in grado di produrre intorno ai 60.000 chip al mese, sono impegnate da Apple, poi ci sono gli ultimi ordini di HiSilicon/Huawei prima che il ban dalle fonderie entri in azione, poi c'è addirittura AMD. La fonderia taiwanese dovrebbe riuscire ad ampliare la propria capacità produttiva portandola intorno ai 90.000 chip al mese entro il prossimo paio di mesi.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker