Hi-Tech

Rete unica Tim-Open Fiber, un esempio di fuga in avanti

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

La rete unica in fibra ottica sarebbe teoricamente l'infrastruttura ideale per un Paese come l'Italia, ma oggi appare sempre di più come una risposta semplicistica a un problema molto complesso. È molto affascinante l'idea di resettare tutto e ripartire con il campo sgombro per poi ricostruire. Ma il settore delle telecomunicazioni non è un Lego e neanche un mercato che si gestisce come una riunione condominiale – anche se la narrazione politica lo lascerebbe intendere.

LO SCENARIO

L'intera rete nazionale che eroga servizi di connettività residenziale afferisce a Telecom Italia, Open Fiber (solo wholesale, all'ingrosso), un manipolo di grandi provider, una miriade di piccoli operatori locali e diversi operatori fixed wireless. Secondo l'ultimo report di AGCOM le linee complessive sono 19,47 milioni, di cui il 44,3% rame, il 41,8% rame-fibra (FTTC, fiber-to-the-cabinet), il 6,9% fibra (FTTH, fiber-to-the-home) e il 7,1% fixed wireless.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da emarevolution.it a 450 euro oppure da Unieuro a 599 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker