Politica

Conte incassa lo scostamento di bilancio 

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: POLITICA

Via libera alla proroga dello stato di emergenza fino al 15 ottobre e 170 sì, con 10 voti in più rispetto alla maggioranza assoluta, al nuovo scostamento di bilancio. Il governo supera senza problemi la prova pallottoliere del Senato.

Una giornata all’incasso per il premier Giuseppe Conte, anche se in serata arrivano segnali preoccupanti proprio da palazzo Madama, dove la maggioranza viene battuta per ben due volte sull’elezione dei presidenti di commissione. Un voto che fotografa lo stato di agitazione che si va insinuando tra i gruppi pentastellati e che certifica il malessere non sopito che aleggia tra i giallorossi, che impensierisce in vista di appuntamenti delicati, come il voto sul Mes, e la decisione di quale strumento adottare per la scelta sull’utilizzo del recovery Fund.

Con il centrodestra che subito ne approfitta per evidenziare le crepe: “La maggioranza è in frantumi”, sentenzia Matteo Salvini. A conferma che la navigazione potrebbe non essere tranquilla, arrivano le parole del segretario dem Nicola Zingaretti. Che pur confermando il sostegno e la lealtà del Pd, torna ad avvertire: “Si va avanti ma senza pigrizia”. Quanto ai fondi Ue, bisogna “fare in fretta, guai a sprecare l’occasione”. Anche da Italia viva arriva la richiesta di non perdere tempo con commissioni o bicamerali, bisogna utilizzare subito i fondi.

Sulla proroga dello stato di emergenza, votata questa mattina dalla Camera dopo il sì di ieri del Senato, e sul nuovo scostamento va in scena in Parlamento la netta contrapposizione tra maggioranza e opposizione. Il centrodestra si astiene sullo scostamento, ma vota contro sia allo stato di emergenza (“Una deriva liberticida”, è l’accusa, con Salvini che annuncia il ricorso alla Consulta) che al Piano nazionale di Riforma. In Aula Giorgia Meloni pronuncia parole durissime contro Conte: “Al governo siete pazzi irresponsabili”. E sul tema migranti, non fa sconti: “Noi non saremo conniventi con questa furia immigrazionista”. Non è da meno Forza Italia, convinta che la proroga dell’emergenza serva “solo al governo per blindarsi”.

Ma per il governo oggi è il giorno del risultato di portare a casa altri 25 miliardi in deficit, per un totale di 100 dall’inizio della pandemia. “La maggioranza è forte. Oggi è stato votato lo scostamento di bilancio e credo che la maggioranza abbia dato una prova della sua forza”, commenta il premier. “La maggioranza è viva e non ha bisogno di sostegno esterno”, esulta il Pd con il capogruppo al Senato Andrea Marcucci.

“La maggioranza è solida”, rivendica il ministro M5s Federico D’Incà. E alle accuse del centrodestra (tesissimo lo scambio tra meloni e il premier in Aula, che sorride e fa infuriare la presidente di FdI), Conte replica: governo liberticida? “Sono affermazioni gravi che non hanno nessuna corrispondenza nella realtà”. La proroga viene decisa – spiega il premier – “non certo perchè si vuole fare un uso strumentale per atteggiamento liberticida, reprimere il dissenso o ridurre la popolazione in uno stato di soggezione”.

E quindi “non si faccia confusione davanti alla popolazione, c’è qualcuno che è stato convinto che la proroga dello stato di emergenza significhi il ritorno al lockdown, non è affatto così”. “La proroga dello stato di emergenza, se tiriamo via le polemiche e le posizioni ideologiche, è – osserva Conte – una scelta obbligata basata su motivazioni tecniche”. 

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker