Hi-Tech

Audi porta l'illuminazione ad un livello superiore con i nuovi gruppi ottici OLED

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Audi porta ad un livello superiore l'illuminazione grazie alla tecnologia digitale OLED. Si tratta di una soluzione grazie alla quale è possibile realizzare gruppi ottici caratterizzati da una maggiore omogeneità, efficienza, compattezza, sicurezza e personalizzazione. Tale innovativa tecnologia ha fatto il suo debutto all'interno della nuova Audi Q5 che è stata presentata lo scorso giugno. Werner Thomas, Project Manager della Casa dei 4 anelli per la tecnologia OLED, ha spiegato come siano i primi ad aver digitalizzato le luci posteriori.

Negli ultimi decenni, la tecnologia relativa ai proiettori anteriori Audi ha vissuto una rapida evoluzione, ma abbiamo lavorato anche per promuovere lo sviluppo dei gruppi ottici posteriori. Audi è infatti la prima Casa automobilistica ad aver digitalizzato le luci posteriori.

TECNOLOGIA OLED

Questa tecnologia porta in dote innumerevoli vantaggi. Gli OLED sono sorgenti luminose piatte al contrario dei LED che sono puntiformi. Significa che la luce generata è estremamente omogenea, dimmerabile, consentendo di variarne in continuazione l’intensità e raggiunge contrasti molto elevati. È possibile dividerla in segmenti controllabili singolarmente ed in grado di creare vari gradi di luminosità. A tutto questo si aggiunge il fatto che un gruppo ottico simile non richiede l’uso di riflettori, fibre ottiche o altri sistemi ottici. In definitiva, le unità OLED sono sono molto efficienti, leggere e piatte, favorendo una certa libertà di design.


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Emarevolution a 644 euro oppure da Yeppon a 760 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker