Hi-Tech

Mac Mini con A12Z Bionic: parla il primo benchmark non virtualizzato

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

La transizione dei Mac verso i SoC sviluppati da Apple avverrà a partire dalla fine del 2020, ma il Developer Transition Kit – un Mac Mini dotato di Apple A12Z Bionic e 16GB di RAM – è già nelle mani degli sviluppatori che devono adattare le proprie applicazioni alla nuova piattaforma.

Grazie a ciò abbiamo potuto scoprire il rendimento del SoC – lo stesso che troviamo su iPad Pro 2020 – alle prese con il sistema di virtualizzazione Rosetta 2, il quale permette di eseguire qualsiasi applicazione macOS già esistente anche sui Mac con chip sviluppato da Apple.

I risultati dei primi benchmark ci hanno mostrato in che misura il processo influisca sulle prestazioni del SoC; i punteggi ottenuti sulla versione virtualizzata di Geekbench 5 ci mostrano valori di 833 punti in single core e 2.582 in multi core, i quali si distaccano sensibilmente da ciò che è possibile ottenere nativamente su iOS.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE è in offerta oggi su a 290 euro oppure da Unieuro a 487 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker