Hi-Tech

Comuni contro il 5G: anche Messina perde la sfida in tribunale

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il Comune di Messina non può vietare con un'ordinanza le attività di sperimentazione e di installazione delle antenne 5G su tutto il territorio comunale. È questo il nocciolo della pronuncia del Tribunale Amministrativo della Sicilia che annulla l'ordinanza firmata dal Sindaco di Messina a fine aprile e con la quale erano stati bloccati i lavori di Vodafone.

La decisione va nella stessa direzione del provvedimento adottato dal TAR siciliano all'inizio di luglio nei confronti del Comune di Cefalù. Tra l'uno e l'altro provvedimento è intervenuta una fonte normativa non di poco conto – il decreto semplificazioni del 16 luglio scorso – che di fatto mette nero su bianco i limiti che i comuni devono rispettare nell'adottare decisioni che ostacolano l'installazione delle infrastrutture di rete e dà un più ampio via libera al 5G in Italia.

Il decreto entrerà in vigore dal 31 luglio prossimo, ma il TAR della Sicilia lo menziona già tra le motivazioni che hanno portato alla decisione di annullare l'ordinanza del Comune di Messina, sottolineando che l'orientamento giurisprudenziale seguito dal TAR è stato di fatto certificato anche dal Governo. La parte più rilevante del decreto in casi come questo è la modifica introdotta all'articolo 8 della legge 36 del 2001:


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Emarevolution a 450 euro oppure da Unieuro a 599 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker