Hi-Tech

Twitter dichiara guerra ai complottisti di QAnon

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Twitter fa un altro passo avanti nella lotta alla disinformazione e ai messaggi d'odio diffusi in rete: i gestori del popolare social network hanno annunciato nelle scorse ore di aver eliminato più di 7.000 account per aver condiviso materiale a sostegno delle teorie cospirazioniste del gruppo di QAnon; altri 150.000 account, per motivi analoghi, saranno nascosti dai trend e dalle ricerche su Twitter diventando di fatto invisibili agli occhi del grande pubblico.

Si tratta di un passaggio molto importante, perché per la prima volta un social network si schiera apertamente contro QAnon che diventa sempre più popolare anche su Facebook e YouTube. Il movimento nasce da una o più persone che hanno affermano di essere a conoscenza di segreti governativi che svelano un complotto contro il Presidente Trump e i suoi sostenitori. Queste presunte informazioni classificate sono poi state dato in pasto alla rete che le ha amplificate innescando fenomeni di odio e attacchi a personaggi pubblici.

Nel mirino di QAnon sono finiti – nel tempo e a diverso titolo – politici come Barack Obama e Hillary Clinton e personaggi dello spettacolo come Tom Hanks, ma anche temi come il Coronavirus interpretato in chiave complottista – QAnon ha contribuito, ad esempio, a diffondere false informazioni come quella che i ceppi del Sars-Cov-2 si nascondano nelle vaccinazioni influenzali.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker