Hi-Tech

Costo dei dati mobili, Italia tra i paesi più a buon mercato

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Ormai siamo abituati a trovare l'Italia in fondo alle classifiche dove conta essere primi, e in alto in quelle dove sarebbe meglio essere ultimi: il recente rapporto annuale dell'Istat che mostra come 6 milioni di famiglie siano completamente offline, e ci posiziona così quartultimi in Europa per utenze regolari, non fa eccezione. Prima di leggere il prossimo paragrafo, fate mente locale e provate a indovinare dove potrebbe posizionarsi il nostro bel paese in una classifica su scala globale che tiene conto del costo del traffico dati in 228 nazioni. Fatto?

La risposta arriva da una ricerca commissionata da Cable.co.uk (la trovate al link in FONTE), che ha individuato quattro parametri da incrociare per stimare il rapporto tra costi e performance dell'ampio campione osservato: la presenza di una rete fissa alla base di quella mobile, la richiesta degli utenti, la consistenza delle infrastrutture di base e, infine, la capacità di spesa della popolazione. L'italia è nella parte alta della classifica, tra le nazioni migliori: quarta, per la precisione.

Proprio così, siamo tra i paesi dove mediamente 1GB di dati mobili costa meno: precisamente, 0,43 dollari. Prima di noi solo India, in testa con 0,09 dollari per 1 GB, Israele con 0,11 dollari e Kirghizistan (0,21 dollari). Per prendere un termine di paragone europeo, la Germania si piazza invece 146esima, con una media di ben 4,06 dollari. Oltreoceano, le cose non vanno meglio per gli utenti a stelle strisce: negli Stati Uniti (188esimi) la media è addirittura il doppio di quella tedesca, cioè 8 dollari. La Cina, invece, ha tariffe molto più vantaggiose, e grazie alla sua media di 0,61 dollari si posiziona 12esima. Fa meglio la Russia, nona con 0,52 dollari.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker