Hi-Tech

Quibi, partenza in salita per l'anti-Netflix degli smartphone

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Inizia ad arrivare per Quibi il "momento della verità", quando scade l'offerta gratuita di lancio e bisogna vedere quanti utenti decidono di mantenere l'abbonamento pagando. E stando a quanto rilevato da Sensor Tower, le cose non stanno andando molto bene.

Il tasso di conversione è di circa l'8% – basso ma non disastroso. Per esempio Disney+, uno dei maggiori successi nel mondo dello streaming dell'ultimo periodo, ha avuto un tasso di conversione di circa l'11%. Il problema è che il servizio di Disney partiva da un numero di download circa 10 volte superiore: 9,5 milioni contro circa 910.000, Il che significa che inizialmente dovrebbe avere avuto appena 72.000 utenti paganti.

È bene precisare che queste cifre, peraltro stimate e non confermate ufficialmente, riguardano solo i primissimi giorni di disponibilità. Ma le ultime dichiarazioni ufficiali dicono che i download sono saliti a 5,6 milioni, quindi poco più che quintuplicati (Sensor Tower tra l'altro non concorda e dice che i download non superano quota 4,5 milioni). Anche ipotizzando lo stesso tasso di conversione, i paragoni con altri servizi sono impietosi: ad aprile Disney+ contava 50 milioni di abbonati, e non parliamo di Netflix che si aggira intorno ai 182 milioni.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker