Hi-Tech

Mobilità elettrica: l'Italia può essere in prima fila | Studio

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

L'Italia può essere in prima fila per quanto riguarda la rivoluzione della mobilità elettrica. Questo è quanto emerge da uno studio condotto da Fondazione Symbola in collaborazione con FCA e Enel X. In questo rapporto si può leggere come l'Italia possa avere un ruolo di primo piano avendo un ampio spettro di competenze e tecnologie lungo tutta la filiera. Si va, infatti, dalle case automobilistiche, ai produttori di eBike, passando per chi realizza motorini e autobus elettrici.

IL RAPPORTO

Cuore pulsante di questa filiera, secondo il rapporto, la componentistica. Un settore dove le aziende italiane sono protagoniste realizzando motori, statori, freni, elettronica e persino batterie con la presenza di un Battery Hub dedicato per l’assemblaggio a Torino. Non mancano, poi, forme più avanzate di mobilità, i servizi di sharing, le multiutility, le soluzioni per la ricarica, le relative app e la comunicazione e gli studi di associazioni a supporto della filiera.

Un sistema ricco di competenze presente all'interno del Paese che si concentra in alcuni centri come il polo di Torino, la Motor Valley emiliana, il distretto di Brescia e il polo dell’automotive abruzzese. A riprova di tutto questo, il rapporto cita l'esperienza di ben 100 realtà italiane, piccole e grandi, che lavorano in questo settore.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE è in offerta oggi su a 290 euro oppure da Unieuro a 479 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker