Hi-Tech

Google voleva un'infrastruttura cloud "controllabile", ideale per la Cina

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Quasi un anno fa vi avevamo riportato come Google non avesse più alcun progetto attivo dedicato al mercato cinese in seguito alla cancellazione di Project Dragonfly, uno degli esperimenti più controversi compiuti da Mountain View nel corso degli ultimi anni.

Le dichiarazioni dello scorso anno vengono oggi messe in discussione da un recente report di Bloomberg che sembra spostare a maggio 2020 la scelta di Google di chiudere ogni singolo progetto legato al mercato cinese, anche se quello di cui vi parliamo oggi è in realtà un piano di ben più ampio respiro, in grado di essere adattato ad ogni paese o area geografica nella quale le autorità locali richiedono un rigoroso controllo delle informazioni scambiate online, quindi non espressamente pensato per la sola Cina.

Il progetto in questione prende il nome di Isolated Region e si tratta di un'infrastruttura cloud pensata per essere separata da quella tradizionalmente usata da Google, in modo da rispondere ai bisogni degli enti regolatori di vari paesi, specialmente quelli che vogliono avere accesso a tutti i dati degli utenti residenti nella propria regione di influenza. Isolated Region, ad esempio, avrebbe reso possibile il ritorno in Cina di Google e dei suoi servizi grazie ad una piattaforma cloud completamente accessibile al governo, il tutto senza compromettere la sicurezza degli utenti internazionali, dal momento che si sarebbe trattato di una vera e propria rete gemella senza alcun legame con il resto del mondo.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker