Hi-Tech

Riconoscimento facciale porta ad arresto di persona innocente: USA, primo caso "noto"

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Non è una novità che il riconoscimento facciale sia uno strumento dal doppio volto a disposizione delle Autorità: da un lato consente – sulla carta – di identificare più facilmente e rapidamente i criminali, dall'altro rischia di essere ancora troppo acerbo per poter essere impiegato senza porsi dubbi sulla sua efficacia. Ne è una prova il test effettuato dalla Metropolitan Police britannica lo scorso febbraio, quando scannerizzando i volti delle persone a Oxford Circus sono stati rilevati 8 ricercati, 7 dei quali, però, falsi positivi.

In un contesto socio-politico di tensione come quello che stiamo vivendo attualmente – specie oltreoceano – fa discutere l'arresto di un cittadino a Detroit, avvenuto con l'ausilio del sistema di identificazione facciale DataWorks Plus: la tecnologia ha riconosciuto in Robert Williams il soggetto ripreso in video durante una rapina a un negozio di orologi incrociando i dati della registrazione con la foto della sua patente di guida (catalogata nei database delle forze dell'ordine). Totalmente ignaro della vicenda, Williams si è ritrovato in carcere costretto a dimostrare la sua innocenza ed estraneità ai fatti. Arrestato davanti a moglie e due figlie, è stato rilasciato dopo 30 ore.

E' immediatamente partita la denuncia da parte dell'ACLU, American Civil Liberties Union del Michigan, che sottolinea come questo sia il primo caso conosciuto di un arresto avvenuto erroneamente negli Stati Uniti utilizzando il riconoscimento facciale. Ci si è ciecamente fidati di algoritmi e intelligenza artificiale, quando bastava informarsi per scoprire che, al momento del furto, Robert Williams era a 40 minuti di auto da Detroit intento a tornare a casa dopo il lavoro.


Il TOP di gamma più piccolo di Apple? Apple iPhone SE è in offerta oggi su a 252 euro oppure da Unieuro a 499 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker