Hi-Tech

Sergey Brin, da Google alla filantropia: finanzia ONG per missioni umanitarie

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Che fine ha fatto Sergey Brin? Del co-fondatore di Google si era parlato a fine dello scorso anno, quando Sundar Pichai ha assunto il ruolo di CEO plenipotenziario sia di Google – lo è già dal 2015 – sia di Alphabet, a seguito proprio di un "passo indietro" compiuto assieme all'altro co-fondatore, Larry Page.

Per scoprire cosa Brin stia facendo nella vita (ricordiamo comunque che è ancora dentro il CdA della società) bisogna salire sul suo yacht Dragonfly da 80 milioni di dollari. Sì, perché è proprio con la sua lussuosa barca che organizza missioni lampo di aiuti umanitari in caso di gravi catastrofi – l'esempio riportato dal media The Daily Beast che ha effettuato una ricerca sull'argomento è quello dell'uragano Dorian che ha flagellato le Bahamas l'anno scorso. Sergey Brin è a capo della ONG Global Support and Development, formata da ex militari e professionisti (medici in modo particolare) in grado di gestire situazioni di emergenza per portare aiuti alle popolazioni.

Il punto forte di GSD è la rapidità di intervento: restando sempre nell'esempio di Dorian, lo yacht del co-fondatore di Google ha raggiunto le isole più remote ben prima degli aiuti governativi o della Croce Rossa. E, grazie alle tecnologie a disposizione, il team di soccorso ha potuto liberare le strade, installare un sistema di controllo per i voli presso l'aeroporto locale e dare le prime cure ai feriti.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker