Hi-Tech

Razzo Vega, sabato la missione orbitale del booster tutto italiano

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Circa un anno fa avveniva l'ultimo test dell'atteso razzo Vega, purtroppo con esito negativo per colpa di un problema al secondo stadio che ne causò la sua rottura, tuttavia stanotte avverrà un nuovo test, la cui riuscita potrebbe avere interessanti sviluppi sul futuro dell'industria aerospaziale europea.

Il lanciatore Vega è un vettore a corpo unico alto 30 metri, nato dalla collaborazione tra l'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) quella europea (ESA) e la società AVIO, che si è occupata della sua realizzazione. Consentirà il lancio in orbita di piccoli satelliti, dal peso compreso tra i 300 ed i 1.500 kg. La struttura a corpo unico comporta l'assenza dei booster laterali, presenta infine tre stadi a combustibile solido ed uno per le manovre orbitali a combustibile liquido. Eccolo in una foto ufficiale dell'ESA.

Per l'occasione riprenderà ad operare a pieno regime lo spazioporto europeo nella Guiana francese, rimasto in stand-by per svariati mesi a causa della pandemia da COVID-19. Il booster Vega dovrà dimostrare di essere una buona alternativa ad altre soluzioni nelle missioni di rideshare, per distribuire payload di varie dimensioni su più orbite. Anche SpaceX intende in futuro coprire il mercato del rideshare orbitale e punta a farlo a prezzi competitivi: il vantaggio di Vega potrebbe risiedere nella sua progettazione, pensata esclusivamente per questo tipo di missioni.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker