Hi-Tech

Sky: il Consiglio di Stato sancisce nuovamente il divieto alle esclusive via web

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il Consiglio di Stato si è pronunciato a sfavore di Sky e ha stabilito nuovamente che la pay TV non potrà stipulare accordi di esclusiva su Iptv (ovvero utilizzando la distribuzione online dei diritti televisivi) fino al 2022. Prima di proseguire facciamo un passo indietro per spiegare come si è arrivati a questa decisione. Tutto nasce con l'acquisizione di R2, la piattaforma tecnologica sul digitale terrestre comprata da Mediaset grazie ad un'intesa perfezionata nel novembre del 2018 – gli accordi risalivano invece a marzo.

Grazie a questa operazione Sky aveva ottenuto le attività riguardanti la manutenzione tecnica, l'accesso condizionato (tutto quello che viene utilizzato per il criptaggio del segnale televisivo e le smart card), l'assistenza ai clienti e le attività commerciali. L'operazione era poi stata annullata nell'aprile del 2019 poiché si temeva un pronunciamento contrario (ritenuto praticamente certo) da parte dell'Agcm. R2 era pertanto ritornata a Mediaset.

L'intesa con l'emittente di Cologno Monzese non era però limitata a questo ambito. Ricordiamo che gli accordi stipulati tra le due parti hanno portato allo sbarco di 5 canali cinema e 4 canali di serie TV su Sky. La pay TV ha inoltre sfruttato le frequenze messe a disposizione dal Gruppo Mediaset per distribuire direttamente una sua offerta a pagamento sul digitale terrestre.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker