Hi-Tech

Le notifiche di esposizione contro la COVID-19 arrivano anche su Android

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Anche Google avvia la distribuzione delle cosiddette "notifiche di esposizione", lo strumento di tracciamento dei contatti per combattere la pandemia di COVID-19. Apple, che collabora con Google al progetto, ha fatto lo stesso ieri sera con il rilascio di iOS 13.5.

Su Android non c'è bisogno di una nuova versione del sistema operativo: basta un aggiornamento dei Google Play Services, che avviene come per qualsiasi altra app attraverso il Play Store. L'aggiornamento è in distribuzione da qualche ora e arriverà su tutti gli smartphone con Android dalla versione 6 (Marshmallow, risalente a ottobre 2015) entro una settimana.

Le notifiche di esposizione funzionano esclusivamente via Bluetooth e non comportano la diffusione di dati personali sensibili. Quando uno smartphone si avvicina a un altro, i due si scambiano un codice identificativo univoco, che rimane in locale. Se a un utente viene accertato il contagio da coronavirus può inviare una notifica a tutti coloro con cui è entrato in contatto recentemente e avvisarlo. Insomma, è l'automatizzazione di una procedura che il personale medico fa da sempre quando a un paziente era diagnosticata una malattia altamente contagiosa e pericolosa: si chiede una lista di persone e si cerca di rintracciarle per metterle in guarda e, eventualmente, isolarle.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker