Hi-Tech

Per l'ESA, l'urina potrebbe essere la chiave per la costruzione delle basi lunari

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

L'idea di creare delle basi permanenti sulla Luna circola già da un po' e fa parte dei piani futuri di NASA ed ESA, naturalmente le difficoltà realizzative anche solo di semplici moduli basilari sarebbero enormi, pertanto sono al vaglio modalità di ogni genere, anche quelle apparentemente più bizzarre.

Diverse ricerche hanno identificato nell'urina un buon componente, che se mescolato al terreno, potrebbe fornire agli astronauti un materiale da costruzione adatto per le prime fasi di conquista della superficie, il segreto starebbe infatti nell'urea contenuta, la quale svolgerebbe un ruolo cruciale nell'ottenimento di un materiale cementizio.

Sembra ora che lo studio sia stato preso seriamente in considerazione dalle principali agenzie spaziali, che oltre a valutare le caverne lunari come primo approccio alla "colonizzazione" della Luna, guardano necessariamente al futuro e all'opportunità di avere nel più breve tempo possibile del materiale adatto all'edilizia. La buona notizia è che il nostro satellite è piuttosto grande, roccioso, ma soprattutto ricoperto da un materiale lunare in polvere chiamato regolite. I suoi usi potrebbero essere molteplici, ma contestualizzando la sua combinazione con l'urina, consentirebbe la creazione di una sostanza indurente.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker