Hi-Tech

Caschi smart all'aeroporto di Fiumicino per rilevare la temperatura corporea

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Fiumicino è il primo aeroporto internazionale in Europa a dotare il personale di uno Smart Helmet, ovvero un casco con termoscanner integrato per rilevare la temperatura corporea dei passeggeri. A differenza degli altri oltre 80 termoscanner operativi all'interno dell'aeroporto ha il vantaggio di essere portatile: viene indossato dall'operatore che può misurare la temperatura di singoli passeggeri ma anche di interi gruppi semplicemente camminando all'interno dalla struttura e osservandoli. La soluzione tecnologica è un utile strumento nella Fase 2: contribuirà ad identificare le persone che possono presentare sintomi da COVID-19.

Sulla parte laterale del casco è montata la termocamera che permette di misurare la temperatura sino ad una distanza di sette metri e senza alcuna interazione diretta con la persona. Le informazioni vengono visualizzate in tempo reale sul monitor collocato davanti all'occhio destro, dietro la visiera. Una volta individuato una persona con febbre, l'operatore la invita a sottoporsi a controllo medico per valutare il quadro complessivo dei sintomi (gli accertamenti possono essere effettuati anche all'interno dell'aeroporto).

Il casco è quindi una soluzione che combina termoscanner, realtà aumentata ed ha una struttura modulare che permette di espanderne le funzionalità con l'aggiunta di ulteriori sensori, come quello per la lettura dei codici QR e a barre; in futuro potrebbe essere quindi usato anche per controllare la validità dei biglietti aerei. Al momento presso l'aeroporto sono impiegati tre Smart Helmet ma il numero crescerà man mano che i voli verranno riattivati.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker