Hi-Tech

Lunghi viaggi spaziali possono danneggiare il cervello: ecco perché

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Trascorrere lunghi periodi nello spazio potrebbe essere molto più dannoso per la salute di quanto ipotizzato finora. Se, infatti, era già noto che i viaggi spaziali alla lunga potessero causare problemi agli occhi degli astronauti, un nuovo studio sostiene che gli effetti della prolungata esposizione alla microgravità potrebbero causare cambiamenti nel volume del cervello e una deformazione dell'ipofisi.

Lo studio, pubblicato pochi giorni fa su Radiology, deriva dai sintomi osservati negli astronauti che sono stati sulla Stazione Spaziale Internazionale: più della metà di loro ha riferito di aver accusato problemi alla vista durante i viaggi spaziali e, al loro ritorno, le analisi hanno rivelato un gonfiore del nervo ottico associato a emorragia retinica e altri cambiamenti oculari strutturali.

Secondo i ricercatori, tali evenienze potrebbero essere dovute all'esposizione prolungata a un'elevata pressione intracranica: una circostanza che si verifica durante i viaggi spaziali, mentre sulla Terra è scongiurata dalla presenza della forza di gravità con cui siamo abituati a convivere.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker