Sport

La gratitudine e le scuse di un bergamasco: “Denigravo Palermo, ma mi sbagliavo”

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

Da Bergamo, un’ammissione di colpa e un messaggio di fratellanza per Palermo e la Sicilia. A mandarlo è Teo L. (parente di uno dei turisti bergamaschi ricoverati nel capoluogo) che ha voluto testimoniare a nome dei guariti la propria vicinanza e gratitudine ai medici palermitani, ammettendo di essersi ricreduto sulla sanità dell’Isola e sulla Sicilia in generale, che con loro ha mostrato il proprio lato migliore.

Palermo Today riporta le sue parole e Teo ammette: “I palermitani sono stati stupendi. Molto accoglienti. Lo dico da bergamasco che ha sempre denigrato Palermo e il Sud. E vi chiedo scusa. Voglio ringraziare da parte dei miei parenti che sono stati ricoverati a Palermo per Covid-19 i medici, infermieri e inservienti palermitani. Devo ricredermi su Palermo”.

“Gli ospedali – aggiunge – sono meglio di quanto racconta certa sottospecie di programmi tv. Spero che Palermo, dopo questo inferno che ci sta colpendo, diventi un polo d’eccedenza per la sanità al Sud di Roma perché se lo merita. Avete umanità e cervelli. Poi certo c’è sempre l’incosciente palermitano o siciliano o bergamasco che delle regole se ne frega.. Viva Palermo. Viva l’Italia da Bergamo a Palermo, tutta unita”.

LEGGI ANCHE

“ARROSTUTE” ALLO SPERONE: COSA RISCHIANO I PARTECIPANTI

CORONAVIRUS, PIU’ DI 13 MILA SANZIONATI A PASQUA

L’articolo La gratitudine e le scuse di un bergamasco: “Denigravo Palermo, ma mi sbagliavo” proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker