Hi-Tech

Auto elettriche: il Coronavirus potrebbe frenarne gli investimenti | Studio

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Che la tendenza del mondo dell'auto sia quella di spostarsi verso la mobilità elettrica è un dato assodato. Tuttavia, lo scoppio della pandemia da Coronavirus ed il contestuale shock economico potrebbero spingere le case automobilistiche a rallentare i loro investimenti in questo specifico settore nel breve periodo. Questo è quanto emerge da un'analisi di Deloitte che ha voluto quantificare l'impatto dell'emergenza sanitaria sul settore dell'automobile.

Secondo lo studio, per superare la crisi e per rilanciare il settore potrebbe essere importante far slittare gli attuali target di riduzione delle emissioni di CO2 per "far respirare" i costruttori. La ricerca evidenzia numeri estremamente negativi per il mercato auto. A livello globale si stima nel 2020 un crollo della produzione di veicoli leggeri pari a circa 11 milioni di unità. Si passerebbe da 88,9 milioni prodotti nel 2019 a 77,9 milioni, con calo di 2,2 milioni di veicoli prodotti in Nord America e di quasi 3 milioni in Europa.

In Italia, per esempio, a marzo c'è stato un crollo dell'85% delle immatricolazioni e l'emergenza potrebbe non finire presto e durare altri 4-6 mesi. Parlando del mercato elettrico, il blocco della produzione in Cina che è il Paese in cui si producono il maggior numero di batterie per i veicoli elettrificati, avrà certamente degli importanti effetti sulla filiera internazionale, con un aumento dell'incertezza sulle tempistiche di trasformazione del settore e sulle stime per il 2020. Deloitte poi evidenzia un altro aspetto importante e cioè che la mancanza d liquidità potrebbe far slittare alcuni piani dei costruttori visto che gli investimenti sullo sviluppo delle auto elettriche sono molto ingenti.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker