Sport

Pastore: “Ripresa? Non si può rischiare la vita per giocare. Se Dio vuole…”

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

Parla Javier Pastore. El Flaco (dopo essersi messo in gioco promuovendo la raccolta fondi per Palermo) parla del futuro del calcio e della necessità di riprendere solo quando la situazione sarà sicura per tutti.

Intervistato dalla  alla radio argentina Showsport La Red: “La nostra vita non sarà più quella di prima, cambieranno molte cose. Anche quando potremo tornare a uscire di casa – non so tra quanto – non potremo fare le stesse cose di prima. Sicuramente si giocherà inizialmente a porte chiuse, se Dio vuole potremo riprendere tra due mesi ma ad esempio in Cina sono in quarantena da tre mesi e ancora non sono tornati a giocare…”

E sottolinea: “Vedremo come si evolverà la situazione. Il calcio per me è fondamentale da quando avevo cinque anni, ma non ho intenzione di rischiare la mia vita per giocare. Siamo in contatto con i dirigenti della Roma e con l’assocalciatori per capire l’evoluzione della situazione. Secondo me è normale che i club non ci paghino se non gli facciamo guadagnare soldi, come in questo momento. Futuro? Ho 30 anni, posso dare ancora molto al calcio in Europa e alla Roma, ma un giorno voglio tornare a giocare al Talleres. Ho preso la mia decisione: tornerò in quel club quando arriverà il momento. È il mio sogno e penso di ritirarmi lì”. 

LEGGI ANCHE

IL CALCIO BELGA ALLA UEFA: “SULL STOP NON TORNIAMO INDIETRO”

L’articolo Pastore: “Ripresa? Non si può rischiare la vita per giocare. Se Dio vuole…” proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker