Hi-Tech

Recensione Huawei P40 Pro: foto da favola ma senza Google è dura

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Huawei P40 Pro era uno smartphone che aspettavamo molto, non fosse altro che per il gran ricordo che abbiamo tutti del P30 Pro, che, a conti fatti, si è dimostrato uno dei migliori prodotti del 2019 su tanti fronti. Di mezzo c'è stato il "pasticciaccio brutto" del ban voluto da Trump e un calvario per il colosso cinese di cui ancora non si vede la fine.

Ci troviamo adesso con in mano il Huawei P40 Pro, smartphone importante, massimale dal punto di vista tecnico, elegante, costoso ma con un particolare complicato da digerire: non ci sono i servizi di Google. E' arduo il nostro compito, valutare un prodotto al di fuori dei nostri parametri di riferimento, perché il fatto che non ci sia Google implica una serie di complicazioni non banali nell'utilizzo di tutti i giorni, a tal punto che per noi è impossibile riassumere tutto in una valutazione. Non troverete dunque il voto a fine articolo, così come è stato per la recensione di Huawei P40 Lite. Nel prosieguo di questo articolo vi proponiamo un'analisi del prodotto, con un paragrafo dedicato all'assenza dei servizi di Google in cui vi spieghiamo cosa significa in termini pratici.

DESIGN DI CARATTERE

Appena spacchettato e fatto girare tra le mani per qualche istante, Huawei P40 Pro ha suscitato in noi una serie di emozioni contrastanti. Immediatamente si percepisce la qualità costruttiva, eccellente: i materiali sono freddi, lisci, le giunture sono smussate e gli spigoli inesistenti, forse persino troppo visto anche lui si inserisce di diritto tra gli smartphone saponetta. A proposito di qualità è presente la certificazione IP68 per acqua e polvere.


Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ è in offerta oggi su a 367 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker