Hi-Tech

Google Duo: introdotto il machine learning al servizio della qualità delle chiamate

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Google ha lanciato una nuova tecnologia volta a migliorare la qualità audio nelle chiamate effettuate con Google Duo. Si chiama WaveNetEQ ed è basata sulle ricerche portate avanti dalla divisione DeepMind dell'azienda di Mountain View, dedicate all'intelligenza artificiale (il cui prodotto AlphaGo ha battuto il campione internazionale di Go, che poi si è ritirato).

Di questi tempi più che mai, le chiamate via internet sono diventate di vitale importanza per tenersi in contatto, lavorare, studiare, chiacchierare (qui la nostra guida per le migliori app). Chiunque abbia provato l'esperienza sicuramente sa anche che spesso questo tipo di comunicazioni è soggetto al fenomeno dell'audio jitter, ovvero alla perdita o al ritardo di alcuni pacchetti di dati lungo la via.

Secondo Google, il fenomeno si verifica nel 99% delle chiamate effettuate tramite Duo (app che recentemente ha aumentato a 12 il numero di partecipanti per le videochiamate di gruppo): di queste, un quinto perde tra il 3 e l'8% di informazioni, e un decimo perde più dell'8% di informazioni. In realtà, ogni app di questo tipo deve fare i conti con la perdita di pacchetti di dati, ma la sfida si fa più ardua quando i "buchi" superano i 60 ms.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker