Hi-Tech

Huawei supera bene il 2019 e prevede sfide ancora più complesse per il 2020

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il 2019 è stato complicato per Huawei: a causa del ban imposto dagli Stati Uniti, si è trovata in grandi difficoltà a competere in tutti i mercati al di fuori di quello cinese. Nonostante ciò, la società è riuscita a continuare a crescere, anche se meno di quanto aveva fatto nei due anni antecedenti. Il fatturato è salito a 121 miliardi di dollari, che è una crescita del 19,1% rispetto all'anno precedente, mentre l'utile netto è pari a 8,8 miliardi di dollari. È un +5,6% su base annua, mentre nel 2018 era stato del +25%.

Il grosso del merito di questa crescita proviene, e non sorprende, proprio dal mercato consumer cinese, in cui i servizi Google non ci sono mai stati e quindi la loro mancanza negli smartphone Android non è un grosso problema. Suddividendo il fatturato per regioni, questa dichiarazione viene facilmente dimostrata: Cina +36,2%, resto dell'Asia -13,9%, Europa e Medio Oriente +0,7%. Alla fine dell'anno, le quote di mercato di Huawei in Cina si attestano al 38,5%, secondo Canalys; l'anno precedente erano "solo" del 27%.

L'azienda ha definito il 2019 "una grossa sfida" che, date le circostanze, ha superato con ottimi risultati; ma prevede che il 2020 sarà ancora più complicato. Gli USA non sembrano voler cedere sul ban – anzi, sembrano addirittura interessati a inasprirlo ulteriormente; e i dirigenti del colosso cinese dicono che per il momento la disponibilità al dialogo degli ufficiali a stelle e strisce è pari a zero. La dirigenza di Huawei, tuttavia, osserva che difficilmente il governo cinese lascerà che questa situazione si protragga all'infinito; e potrebbe iniziare a mettere in pista delle ritorsioni che "danneggerebbero tutte le parti coinvolte".


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker