Hi-Tech

Huawei fa "quadrare il cerchio" con una fotocamera mai vista prima. È Mate 40?

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

L'ultimo brevetto registrato da Huawei presso il WIPO (World Intellectual Property Office) si segnala soprattutto per un elemento di design che fa pensare alla serie Mate: la fotocamera posteriore, circolare ma non troppo.

Da quando gli schermi degli smartphone hanno cominciato a guadagnare terreno sulle cornici, fino ad annullarle o quasi, la lotta per rendere caratteristico l'aspetto dei dispositivi si è spostata quasi tutta sulle fotocamere, davanti e soprattutto dietro. Quella frontale tra soluzioni pop-up, notch, gotch, fori e doppi fori è una delle fonti inesauribili di discussione ogni volta che viene introdotto un nuovo dispositivo.

Sul posteriore, poi, si gioca un'altra bella fetta della partita. Huawei è stata tra i primi produttori a capirlo, introducendo con la serie P20 delle colorazioni con gradienti particolari, cangianti a seconda della luce. Contestualmente, la corsa al comparto fotografico migliore ha cominciato a moltiplicare il numero dei sensori, rendendo un elemento solitamente semplice da integrare come il modulo posteriore un "problema" da risolvere, per via di ingombri sempre maggiori. Problema che poi si è tramutato in soluzione: se deve essere grande, tanto vale che si veda bene, e che aiuti il design a distinguersi (salvo poi creare, così, dei trend diffusi un po' in tutto il mercato). E così arriviamo a oggi, con i "piastrelloni" di Pixel 4, iPhone 11, S20 e soprattutto S20 Ultra, e anche dei prossimi Huawei P40 e P40 Pro, che saranno svelati ufficialmente a giorni.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker