Hi-Tech

Contact tracing: cos'è e quale impatto avrà nella lotta al Coronavirus (anche in Italia)

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

L’isolamento come chiave per contenere il contagio, d’accordo, ma poi? Come torneremo alla normalità? Quando potremo uscire di casa senza la paura – legittima – di incappare in una nuova ondata epidemica?

Difficile, al momento, fare previsioni, dare risposte certe e univoche. In attesa che la scienza medica partorisca cure più efficaci contro il Coronavirus e, possibilmente, anche un vaccino, al momento le uniche indicazioni da prendere in considerazione sono quelle provenienti da tutti quei Paesi nei quali il virus è già transitato in anticipo sui nostri tempi. La Cina, quindi, ma anche il resto del panorama asiatico. Al vaglio degli esperti c’è soprattutto quello che qualcuno ha già ribattezzato il modello coreano. Un approccio basato sul contact tracing, il controllo accurato dei contagi grazie (anche) all'uso massivo della tecnologia.

Sono i dati a confermarlo: in Corea e negli altri paesi del continente nei quali si sta provvedendo a costruire un quadro dettagliato e in tempo reale di tutti coloro che hanno contratto il virus, dei loro spostamenti, dei familiari e delle persone con cui sono state in contatto (e dunque potenzialmente a rischio) il bilancio dei contagi e quello dei morti si è assestato su livelli decisamente più contenuti.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker