Hi-Tech

Maschere da sub trasformate in respiratorie grazie alla stampa in 3D

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

In piena emergenza COVID-19 all'ex-primario dell'Ospedale Gardone Val Trompia (Brescia), Renato Favero, viene un'idea: trasformare una maschera da sub venduta da Decathlon in una respiratoria. Il medico chiede aiuto per realizzare il progetto e Isinnova lo concretizza. La società bresciana era già al lavoro per fornire all'Ospedale di Chiari (Brescia) le valvole stampate in 3D usate per i respiratori dei malati di COVID-19, il passo successivo è stato adattarle alla maschera da sub.

Il risultato si è tradotto in maschere C-Pap per la respirazione di emergenza che hanno contribuito a fare fronte ad una scarsità di uno strumento di fondamentale importanza per fornire un supporto medico ai pazienti affetti al coronavirus (Sars-Cov-2). Un progetto realizzato a tempi record: il prototipo della valvole e del raccordo al respiratore è nato in 7 giorni ed è stato testato nell'Ospedale di Chiari, risultando perfettamente funzionante.

Cristian Fracassi di Isinnova ha commentato:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker