Hi-Tech

Recensione Nioh 2: ho (ri)scoperto la pazienza

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Mi sono avvicinato a Nioh 2 con una buona dose di scetticismo. Personalmente non sono mai stato un fan del genere souls-like, quindi provare e recensirlo è stato un percorso personale, più una sfida contro me stesso che un semplice lavoro da dover portare a termine.

Come ben sapete, il privilegio di un recensore è quello di ricevere in anteprima i titoli da provare, poterli giocare quando gli altri stanno ancora sognando di poterci mettere le mani sopra. Privilegio che però può trasformarsi rapidamente in un serio problema, quando davanti a noi ci sono tempistiche strette entro le quali dover confezionare un prodotto finito, una recensione per tutti i lettori che vogliono saperne di più.

Specialmente se il titolo in questione non solo non rientra tra i propri generi preferiti, ma è anche famoso per la sua estrema cattiveria con la quale punisce ogni errore, ogni singolo sgarro e distrazione. Sin dalle prime missioni, infatti, Nioh 2 non ci fa sconti; dopo un breve tutorial che ci permette di scegliere e provare il set di armi a noi più congegnali, dopo averci spiegato i principi base che regolano il potere demoniaco del nostro protagonista, come gestire parate e schivate, veniamo subito gettati nel bel mezzo della mischia, alla mercé dei banditi e degli yokai che hanno devastato il Giappone del 1555.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker