Hi-Tech

Google Fuchsia, spuntano due nuovi dispositivi: "Nelson" e "Luis"

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

"Nelson" e "Luis" sono gli ultimi dispositivi scovati nel codice sorgente open-source di Google Fuchsia, il progetto di nuovo sistema operativo "universale" della società che si protrae ormai da anni. I dettagli emersi sono pochi, ma sufficienti per far pensare che almeno uno dei due potrebbe essere un prodotto reale, non un semplice prototipo.

Luis si basa sul SoC Synaptics VideoSmart VS680. Synaptics è da qualche tempo di proprietà di Marvell, che produce la stragrande maggioranza dei SoC montati sugli smart speaker Google/Nest e sui Chromecast. Il chip VS680 è stato presentato nel corso del CES 2020 di Las Vegas, ed è una linea di prodotti che può essere usata per diverse tipologie di dispositivo – non solo smart display, ma anche set-top box, Android TV e videocamere smart. Da notare che una delle novità del chip rispetto ai predecessori è l'arrivo di un coprocessore AI, ormai un componente irrinunciabile per moltissimi settori dell'elettronica di consumo.

Nelson, invece, sembra avere un hardware praticamente identico a quello dell'attuale smart display Nest Hub (nome in codice Astro). Invece del SoC Amlogic S905D2 monta un S905D3, che come è chiaramente intuibile è un aggiornamento del precedente. Anche qui, è interessante osservare che la principale differenza tra i due chip è che il più recente "D3" monta un coprocessore AI, probabilmente analogo a quello montato nei Nest Mini di ultima generazione. Non ci sono altre novità immediatamente visibili.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker