Hi-Tech

Apple Glass: più occhiali che visori, nel brevetto servono a sbloccare i dispositivi

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

"Apple Glass" non è un nome ufficiale, ma quello che la rete ha associato alla proposta AR/VR che Apple ha in sviluppo, e che prima o poi verrà svelata (l'immagine qui sopra è un render che prova ad immaginarli, niente più). Le ultime indiscrezioni che vi abbiamo riportato parlano addirittura del 2022 per il visore AR, mentre del 2023 per una versione più simile ad un semplice paio di occhiali smart. Sta di fatto che di tanto in tanto emergono alcuni dettagli e indizi che testimoniano dell'esistenza del progetto: come quelli del brevetto di cui vi parliamo oggi, depositato presso l'USPTO lo scorso aprile e pubblicato in questi giorni.

In realtà l'oggetto del brevetto non sono gli occhiali, ma un nuovo modo di autenticarsi con i propri dispositivi. Apple infatti nota come l'utente debba perdere costantemente tempo per farsi riconoscere da ciò che usa, il che crea un attrito spiacevole nell'esperienza d'uso complessiva e nella transizione da una periferica all'altra. Al contempo, le soluzioni che già sono state studiate per far fronte a questo problema – da Apple in primis – sono tutte basate sulla prossimità di un dispositivo che li sblocca tutti: il che pone dei problemi di sicurezza e privacy, in quanto si tratta di un sistema che non è in grado di comprendere l'intenzione dell'utente, ma basa le sue decisioni solo sulla distanza tra questo e gli oggetti smart che lo circondano.

E fin qui tutto chiaro, ma che c'entrano gli occhiali?


Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 313 euro oppure da Euronics a 449 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker