Cultura

'Fori dalle bolle' di Michele Cucuzza, come sottrarsi alle supercazzole del web 

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: CULTURA

Nell’era della digitalizzazione e dei social network saper comunicare efficacemente è una vera sfida: influencer, blogger, social media manager e copywriter sono i protagonisti e i professionisti del web.
Fuori dalle bolle! Come sottrarsi dalle supercazzole in rete è un saggio dedicato all’evoluzione del mondo della comunicazione e vuole essere uno strumento per migliorare la propria autonomia nell’utilizzo della rete e per sviluppare le strategie vincenti nell’uso dei
social.

Edito da Armando Curcio Editore e con prefazione di Mario Morcellini,
‘Fuori dalle bolle!’ è il settimo libro di Michele Cucuzza, giornalista e conduttore radio-televisivo dal 2019 anche docente dell’Istituto Armando Curcio (Roma) per il Corso di Laurea Mediazione Linguistica in Editoria e Marketing.
L’autore è stato protagonista dei radicali cambiamenti subiti dalla comunicazione con l’avvento delle nuove tecnologie e nel suo saggio illustra i propri punti di vista a proposito di tv e radio, di public speaking e di social network, suggerendo come
riconoscere i fatti verificati dalle fake news.

Ma Michele Cucuzza non è nuovo all’idea del ‘fuori’: in altri due suoi libri, ‘Fuori dalla rete’ (2008) e ‘Fuori dal video’ (2010) ha messo in evidenza un elemento comune che in un certo senso esprime la sua progettualità come scrittore giornalistico
e come giornalista scrittore. Il ‘fuori’ di Michele Cucuzza è un topos della sua letteratura, un motivo ricorrente che è stato indagato e sviscerato sotto diversi aspetti. Come alludono i titoli dei tre libri, il fuori sta sempre ‘dentro’ qualcosa: dentro la rete, dentro il video, dentro le ‘bolle’, perché il fuori c’è solo se c’è un dentro. E passa in rassegna i vari fuori che si sono creati dall’avvento della rete fino alle bolle di filtraggio sui social e sui motori di ricerca.

Questo è un libro che nasce anche da un’avventura che Michele Cucuzza ha affrontato nel mese di gennaio 2020: la partecipazione al Grande Fratello VIP, che è stato per l’autore un’ulteriore «bolla» da osservare, sia dentro sia fuori, come esperimento sociale intergenerazionale.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker