Hi-Tech

Connettività in tutto il mondo, la sfida di HAPS Alliance parte dalla stratosfera

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Dalle isole più sperdute alle zone di montagna, dai Paesi in via di sviluppo alle aree marittime, la rete mobile potrebbe raggiungere molti più luoghi del Pianeta, grazie a progetti come quello portato avanti da HAPS Alliance. Il nome deriva dalla soluzione tecnica pensata per raggiungere l'obiettivo: HAPS è l'acronimo di High Altitude Platform Station, ovvero un sistema per fornire connettività mediante ponti radio ad alta quota creati da appositi veicoli.

L'idea non è nuova, basti pensare ad esempio alla sperimentazione condotta da Facebook con il suo drone aquila che ha smesso di volare nel 2018, oppure ai progetti portati avanti da Loon – una costola di Alphabet – con i palloni aerostatici capaci di record di volo ad alta quota (ved. quello fissato lo scorso anno). I veicoli HAPS sono progettati per raggiungere la stratosfera, ovvero un'altitudine inferiore rispetto a quella dei satelliti, ma sufficiente a superare qualsiasi ostacolo alla connettività che si incontra sulla superficie della Terra – sia che si tratti di impedimenti prodotti dall'uomo (infrastrutture, edifici, etc.) sia quelli creati dalla natura.

Di nuovo, ora, c'è l'impegno per attuare concretamente queste idee, grazie ad uno sforzo congiunto di importanti aziende che operano nel settore tecnologico, delle telecomunicazioni e dell'industria aeronautica. L'accordo recentemente annunciato è un'estensione di quello inizialmente concluso ad aprile dello scorso anno tra HAPSMobile (controllata da SoftBank) e la già citata Loon. Vi prendono parte nomi del calibro di Nokia, Ericsson, Airbus, oltre ad un nutrito gruppo di operatori telefonici, compresa China Telecom.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker