Hi-Tech

Apple iPhone, domanda a picco in Cina e attesi ritardi per "SE 2"

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Apple ha già previsto alcuni intoppi in questo primo trimestre a causa dell'epidemia di coronavirus, e due articoli di Bloomberg usciti nelle scorse ore approfondiscono un po' sulla questione. Il primo, attraverso la società di analisi UBS, analizza l'andamento nel mercato cinese di iPhone nel mese di gennaio 2020, quello in cui l'epidemia ha iniziato a diffondersi, basandosi sui dati forniti dal governo: il dato che risalta maggiormente è il calo della domanda di iPhone di ben il 28% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

Inevitabilmente, osserva UBS, a febbraio andrà ancora peggio, perché l'epidemia è stata in pieno svolgimento. Apple ha dovuto chiudere tutti i suoi negozi fisici, e solo ora li sta lentamente riaprendo. La situazione è ancora molto complicata ed è difficile fare previsioni: Apple stessa non ha rilasciato indicazioni precise. Vale la pena osservare che, in ogni caso, alla Mela va meglio che al resto del mercato: sempre secondo i dati ufficiali, la richiesta generale di smartphone a gennaio è diminuita del 37% rispetto all'anno precedente.

Nel secondo articolo si parla invece di ritardi, che secondo un'altra azienda di analisi, Wedbush, colpiranno in particolare gli iPhone SE 2 o 9. Gli analisti dicono che i fornitori di Apple, che fa molto affidamento sulla Cina, non torneranno a pieno regime prima di aprile. Ciò significa che gli iPhone economici potrebbero essere in ritardo di diverse settimane (ricordiamo che ci si aspetta una presentazione il 31 marzo e disponibilità qualche giorno dopo). Nella peggiore delle ipotesi, i problemi nella supply chain potrebbero continuare fino a giugno, causando quindi ritardi "di diversi mesi" anche alla disponibilità degli iPhone 2020 veri e propri.


Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Emarevolution a 630 euro oppure da ePrice a 688 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker