Hi-Tech

Xiaomi brevetta una scheda "salvaspazio": SIM e memory card 2-in-1

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Xiaomi ha brevettato una memory card che può fare anche da SIM – o viceversa, se preferite. L'obiettivo, naturalmente, è ridurre gli ingombri non necessari e guadagnare spazio prezioso all'interno degli smartphone, in cui ogni centimetro quadrato conta. Lo spazio superfluo può essere occupato da una batteria più ampia, per esempio, o da altoparlanti più potenti. O dal buon vecchio jack da 3,5 millimetri, per chi è ancora affezionato ai vecchi sistemi; ma forse è meglio non farci più di tanto affidamento.

I dettagli del brevetto, depositato in Cina, sono purtroppo piuttosto scarsi, ma l'immagine parla piuttosto chiaro: da una parte ci sono i contatti (non "la rubrica", sia chiaro, i contatti elettrici) per la Nano SIM, dall'altra quelli per la scheda di memoria. È interessante ricordare, a questo proposito, che Huawei ha introdotto un design di schede chiamato Nano SD la cui forma e dimensione è esattamente identica alle Nano SIM.

L'approccio di Xiaomi è originale, ma che il mercato stia cercando di "fare spazio" lavorando proprio sulle schede – siano esse SIM o di memoria – non è una novità. In effetti, proprio in questo periodo sta cominciando a prendere piede l'eSIM, che rende superfluo il pezzetto di plastica (e soprattutto il relativo carrellino, che fa lievitare ulteriormente il volume occupato dall'intera funzionalità): i dati della SIM vengono salvati su un apposito chip inserito nella motherboard, con le dovute precauzioni di sicurezza, e l'attivazione/trasferimento avviene nella massima semplicità in modo elettronico. Qualche tempo fa avevamo anche girato un video che ne illustrava pregi e difetti.


Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro è in offerta oggi su a 509 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker