Hi-Tech

Alphabet rinuncia a Makani, gli aquiloni che producono energia elettrica

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Alphabet rinuncia a Makani, il progetto per generare energia elettrica dagli aquiloni. Purtroppo sono emerse alcune complicazioni tecnologiche ed economiche che hanno reso il cammino verso la commercializzazione più lungo e rischioso di quanto anticipato inizialmente.

L'annuncio è ufficiale e proviene direttamente da Fort Felker, amministratore delegato di Makani. L'azienda era stata fondata nel 2006 e comprata da Alphabet (che al tempo era solo Google, Alphabet sarebbe arrivata un paio di anni dopo) nel 2013. Appena l'anno scorso Makani era uscita dall'incubatore X ed era diventata un'azienda indipendente, sempre sotto l'egida di Alphabet.

In partnership con Shell, il suo obiettivo era trovare un business model redditizio. Insieme, le due società erano riuscite a dimostrare con successo un volo di prova di un aquilone in grado di generare fino a 600 kW. L'oggetto vola grazie al vento – vento che al tempo stesso fa girare le turbine a bordo. L'energia viene trasferita e immagazzinata nelle boe o vere e proprie piattaforme galleggianti a cui sono collegati gli aquiloni.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker