Sport

Palermo, il “trio Lescano” non basta: ci pensa Silipo. Le pagelle ironiche di A&F

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

foto Pepe / Puglia

foto Pepe / Puglia
foto Pepe / Puglia
FOTO PEPE / PUGLIA
FOTO PEPE / PUGLIA
FOTO PEPE / PUGLIA
FOTO PEPE / PUGLIA

Arriviamo allo stadio molto più sereni e ci annachiamo tutti per i sette punti di vantaggio sul Savoia. Ma siccome siamo vecchi e cinici sappiamo anche che non possiamo rilassarci e quindi cerchiamo di restare svegli sul seggiolino fin dall’inizio. Allo stadio c’è quasi pienone perché quando comincia ad arrivare il sereno e smette di piovere è sempre il momento dei crastoni. Anche se ci confonde questo sbalzo climatico tra tribuna e gradinata e ci sembra di vivere in un universo parallelo: loro in spiaggia e noi sulla neve!

Sulla panchina del Biancavilla c’è Beppe Mascara e i tifosi rosanero lo accolgono con grida affettuose e parole d’amore quasi commoventi. Le migliori quelle riservate alla mamma e a tutti i suoi parenti, anche lontani, da quelli più vicini alla panchina. Pergolizzi non cambia la formazione e Crivello rientra al posto dello squalificato Lancini, vittima di errore giudiziario senza prescrizione. Ricciardo deve andare in panchina per fare spazio allo strapotere di Nando-gol accanto a Felici e Floriano: il “trio Lescano” del gol.

È un Palermo arrembante fin dall’inizio, con una occasione di Accardi che ci fa saltare sui seggiolini e ci ricorda cosa abbiamo mangiato. Ovviamente il nostro entusiasmo dura il tempo di un Maalox perché i rosanero si addormentano insieme a noi e non riescono a creare occasioni, complice anche il Biancavilla che schiera diciotto giocatori dietro la linea della palla. Ma proprio in concomitanza con il vantaggio del Savoia sul Licata arriva anche il palo degli ospiti su contropiede e noi cominciamo ad agitarci.

Si arriva al secondo tempo ma il copione non cambia e il Biancavilla in contropiede fa davvero paura (una frase che mette tristezza!) mentre il Palermo non riesce a giocare perché i catanesi sono messi bene in campo e coprono pure gli spazi di destinazione. Pergolizzi si affida a forze fresche ed entrano Lucca e Silipo. Il mister azzecca la mossa perché al 28’, quando già avevamo preso il calendario per rifare le tabelline, il fuoriclasse romano tira fuori dal cilindro l’ennesimo capolavoro balistico, andando a levare le ragnatele dall’incrocio con un tiro da campionati superiori.

Vantaggio e sospiro di sollievo! Passano cinque minuti e la partita dà definitivamente ragione al tecnico rosanero e ai suoi cambi perché, sull’ennesimo dribbling e cross di Silipo, segna anche Lucca e a noi, che siamo sportivi, non resta altro insultare i catanesi! Ma sempre con il garbo ed il tratto sportivo che ci contraddistinguono. Mancano dieci partite e il vantaggio resta a 7 punti. Il Palermo sembra davvero più convinto dei suoi mezzi e noi cominciamo il conto alla rovescia! Forza Palermo!

PALERMO – BIANCAVILLA, GLI HIGHLIGHTS

P.S.: siccome il buonismo non va più di moda (e siamo stati pure criticati) da ora in poi, anche in caso di vittoria, potranno fioccare i voti negativi. Giocatore avvisato….

Pelagotti 5,5: Sarebbe da sufficienza perché non deve fare una parata. Però merita mezzo punto in più per il culo che ha sul palo che ancora trema colpito dal Biancavilla. Un voto in meno per l’ammonizione che prende per una protesta inutile. Ambiguo.

Accardi 6,5: Finalmente una bella prestazione su tutto il fronte difensivo ed anche in area sulle palle inattive si fa vedere. Era ora.

Peretti 6: Meno sicuro del solito ma comunque sempre positivo. Confermato.

Crivello 6,5: Ci mette esperienza, agonismo e lucidità tattica. Pilastro.

Vaccaro 5: Prestazione da dimenticare. Soffre terribilmente sulla sua fascia in fase difensiva e in avanti non si vede mai. Sostituito.

(dal 1′ s.t. Doda) 6: Rientra dopo il brutto infortunio dovuto ad un’entrata assassina. Già solo per questo merita la sufficienza. Bentornato.

Langella 5,5: Dopo una sfilza di ottime prestazioni incappa in una giornata nera. Anonimo.

Martin 5,5: Il centrocampo rosa è spesso in inferiorità, soprattutto tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo. E lui ne soffre terribilmente. Confuso.

(dal 24′ s.t. Mauri) 6,5: Appena entrato dà sfogo a tutto il suo dinamismo. E soprattutto, poco dopo il Palermo sblocca il risultato e chiude la gara. Fortunello.

Martinelli 5: Tanto correre ma sempre a vuoto. Da lui ci aspettiamo sempre di più e prestazioni così non gliele perdoniamo. Rivedibile.

(dal 37′ s.t. Ambro): s.v. 

Felici 6,5: È l’unico che cerca sempre di inventare qualcosa e così, anche in una giornata non brillantissima, risulta abbondantemente tra i migliori. Esce stremato. Laser.

(dal 17′ s.t. Silipo) 10: Un goal da cineteca, di quelli che ci ricordano il Palermo che fu in serie A. Un assist perfetto che serve a chiudere la partita. Ci sembra non ci sia da aggiungere altro. Strepitoso.

Sforzini 5: Lento e spesso in ritardo, anche se certamente di palloni giocabili gliene arrivano pochi. Però lui non fa nulla per guadagnarsene di più. Non bene.

(dal 17′ s.t. Lucca) 7: Un goal al debutto è una di quelle emozioni che non si dimentica. Soprattutto perché ci fa vivere i minuti finali in assoluta tranquillità. Avrebbe anche potuto raddoppiare ma l’emozione gli fa un brutto scherzo. Alternativa pesante.

Floriano 5,5: Poco lucido e talvolta anche un po’ troppo egoista. Ma tutto sommato ci può stare dopo le prestazioni positive delle ultimo giornate. Affaticato.

Pergolizzi 8: Per una volta legge perfettamente la partita, azzecca tutti i cambi e conduce il Palermo all’ennesima vittoria. Decisivo.

LEGGI ANCHE

SILIPO, L’EROE DEL GIORNO: E’ IL NUOVO “PICCIRIDDU”

LE PAGELLE DI GUIDO MONASTRA

MAZZAMAURO (SAVOIA): “VINCEREMO LE ULTIME 10”

IL COMMENTO ALLA GARA DI PERGOLIZZI

IL TERAMO ESONERA BRUNO TEDINO

L’articolo Palermo, il “trio Lescano” non basta: ci pensa Silipo. Le pagelle ironiche di A&F proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker