Hi-Tech

Aerei: basta cambiare altitudine per evitare le scie (chimiche) e l'effetto serra

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Uno dei temi preferiti dei complottisti di tutto il mondo restano le cosiddette "scie chimiche", ovvero quegli accumuli che restano sospesi in aria dopo il passaggio di aerei di linea in quota che, secondo alcuni, conterrebbero agenti chimici o biologici rilasciate appositamente dagli stessi velivoli. Poco chiari i motivi di una tale "irrorazione" dall'alto, la cosa preoccupante è che questa fake news è stata in grado di permeare così tanto che si è perfino arrivati ad interrogazioni parlamentari anche nel nostro paese.

Ma un fondo di verità c'è: secondo uno studio dell'Imperial College di Londra realizzato sui cieli del Giappone, infatti, eliminando le scie di condensazione si ridurrebbe l'impatto ambientale creato dall'aviazione addirittura del 59 percento. Per farlo basterebbe variare semplicemente altitudine di qualche centinaio di metri, evitando quindi quei sottili strati umidi di atmosfera dove il vapore acqueo condensano attorno a piccole particelle di polvere (o residui dei gas di scarico) e poi ghiacciano.

Il problema legato alle scie di condensazione è il caro e vecchio effetto serra: se da un lato riflettono i raggi solari, esattamente come le nuvole, dall'altro intrappolano il calore in risalita e contribuiscono al riscaldamento della parte di atmosfera sottostante. A differenza delle emissioni di CO2, che avvengono comunque attraverso tutti gli aeroplani di linea, le scie di condensazione hanno vita breve e non possono resistere oltre le 18 ore. Trovando quindi un percorso che eviti la loro formazione ce ne potremmo liberare per sempre da un giorno all'altro.


Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 528 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker