Hi-Tech

Google, Android e Play Store: il punto dell'anno trascorso lato sicurezza

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Google ha fatto il punto dell'anno trascorso lato sicurezza sul Play Store e nell'intero ecosistema Android. L'aspetto più positivo di tutto l'anno è stato la chiusura dell'accesso a registro chiamate e SMS a quasi tutte le app, con poche eccezioni: di conseguenza si è ridotto del 98% il numero di app che possono leggere questi dati personali molto sensibili. Google ha anche obbligato gli sviluppatori a specificare la classificazione di età delle app, in modo tale da proteggere ulteriormente i bambini. Questa iniziativa ha portato ad aggiornare o rimuovere "decine di migliaia" di app, dice Google.

Nel corso del 2019 è anche stata potenziata l'intelligenza artificiale che scandaglia il Play Store alla ricerca di malware e altri software inappropriati. Grazie ad essa, ben 790.000 app sono state bloccate "all'ingresso" del negozio digitale e non sono nemmeno state pubblicate (abbiamo però visto in qualche occasione che qualcuno che riesce a sgusciare c'è sempre). Il lavoro di monitoraggio di Play Protect non finisce mai: è arrivato a scansionare la bellezza di 100 miliardi di app al giorno, ed è riuscito a impedire l'installazione di 1,9 miliardi di app infette provenienti da fonti esterne al Play Store.

Proprio per stanare anche le app che riescono a superare i controlli automatizzati del Play Store, Google ricorda di aver anche formato la App Defense Alliance, una coalizione in partnership con alcune società esperte in sicurezza informatica esterne. Per il 2020, il rinforzo della sicurezza passerà attraverso:


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro è in offerta oggi su a 499 euro oppure da ePrice a 581 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker