Sport

Multiproprietà Trapani-Juve Stabia: Petroni deferito dalla Procura Figc

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

fabio-petroni

Fabio Petroni, patron del Trapani attraverso la Alivision, è stato deferito dalla Procura Figc con l’accusa di multiproprietà: tra il 21 giugno e il 9 luglio 2019 sarebbe stato contemporaneamente socio (in forma diretta o indiretta) di Juve Stabia e Trapani.

A disciplinare la fattispecie sono l’articolo 7 dello statuto Figc e l’articolo 16 bis delle Noif, secondo cui “non sono ammesse partecipazioni, gestioni o situazioni di controllo, in via diretta o indiretta, in più società del settore professionistico da parte del medesimo soggetto”. Da regolamento, le società rischiano ora la sospensione dei contributi federali: la sanzione massima dell’esclusione dai campionati di competenza si ha invece solo in caso di inosservanza del divieto.

Tra i deferiti vi sono anche Edoardo Comito e Antonio Parente (per la Juve Stabia) e Maurizio De Simone (per il Trapani), nelle rispettive qualità di legali rappresentanti pro tempore di società, per aver omesso di produrre tempestivamente ai competenti organi federali la documentazione prevista per la verifica dei requisiti di onorabilità e solidità finanziaria in caso di cessioni di partecipazioni in società di calcio in ambito professionistico.

Per consultare i deferimenti clicca qui

LEGGI ANCHE

LICATA – PALERMO: POSSIBILE AMPLIAMENTO DEL SETTORE OSPITI

PALERMO – BIANCAVILLA: INFO BIGLIETTI

PALERMO, IL DATO SU FELICI E I RIGORI

PALERMO, IL SAVOIA SI PRENDE UN ‘PRIMATO’

L’articolo Multiproprietà Trapani-Juve Stabia: Petroni deferito dalla Procura Figc proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker