Hi-Tech

Nella fabbrica europea di TCL per vedere X10, il nuovo Mini LED

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

32 milioni di TV spediti nel 2019 e un incremento del volume di vendite del 17% rispetto al 2018. Così TCL ha chiuso il suo 2019; un anno particolarmente prolifico per il brand cinese che ha in questo modo raggiunto obiettivi davvero ambiziosi nella maggior parte dei mercati nei quali è distribuito. Vi basti pensare che, nonostante in Italia sia ancora un marchio poco conosciuto, nel 2019 è stato registrato un incremento del volume di vendite del 203% su base annua. A livello europeo questo dato si attesta al 35% per tutto il 2019 con gli ultimi tre mesi che hanno toccato un picco di crescita del 54%.

La scalata di TCL, che produce pannelli e TV completi per diversi altri marchi, procede a grandissima velocità e non ci dovremo stupire se da qui a qualche anno ne sentiremo parlare in maniera sempre più frequente. In mercati non certo di poco conto, come quello statunitense, l'azienda è già costantemente nelle prime posizioni delle classifiche di vendita e per alcuni mesi del 2019 si è trovata a guidare questa graduatoria.

DALLA CINA ALLA POLONIA

Dal 2007 la distribuzione europea è affidata alla fabbrica di Zyrardow, una cittadina di circa 40.000 abitanti a pochi chilometri da Varsavia. Lo stabilimento, inaugurato nel 1997, è stato per dieci anni proprietà di Thomson, prima di passare sotto il controllo di TCL a seguito dell'acquisizione del marchio francese da parte dell'azienda. All'interno di questa grande struttura la produzione è organizzata su due turni da 8 ore, ma questo numero, così come quello degli operai, può variare a seconda del volume di lavoro. Nei momenti di picco si può arrivare anche a una produzione no-stop con tre turni che coprono in toto le 24 ore.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker