Hi-Tech

Microsoft si distanzia sempre più dalle UWP: addio alla monetizzazione dai banner

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Microsoft chiuderà Ad Monetization Platform, ovvero il framework che, semplificando, permette agli sviluppatori di guadagnare denaro dagli annunci pubblicitari inseriti nelle app UWP. L'ha annunciato con un semplice post su MSDN, senza troppe fanfare. In breve, la piattaforma non funzionerà più a partire dall'1 gennaio 2020, e gli sviluppatori sono invitati a trovarne una alternativa. Microsoft dice che la decisione è motivata dall'impossibilità di continuare a supportare la piattaforma data la situazione attuale.

Il problema è che di piattaforme alternative ne esistono poche. Pochi SDK supportano le UWP a causa della loro scarsa adozione. Nemmeno Microsoft ne segnala una valida. Senza l'Ad Monetization Platform, in soldoni, gli sviluppatori devono pensare a un'altra strategia per ricavare denaro con le loro UWP – per esempio, offrendo la rimozione degli annunci o aggiungendo funzioni tramite acquisti in-app.

Inevitabilmente la reazione a caldo di svariati sviluppatori è stata di sconforto – specialmente coloro che puntavano sui banner come principale, se non unico, sistema di monetizzazione. Il messaggio di Microsoft, tuttavia, era piuttosto chiaro da diverso tempo: con la disfatta nel campo mobile, l'essenzialità e la centralità di UWP è venuta meno, e gli sviluppatori sono stati ancora meno incentivati a convertire le loro vecchie app UWP. Fino a pochi anni fa, la visione di Microsoft per il futuro riguardava solo le UWP su qualsiasi hardware – HoloLens, Xbox, PC, Surface Hub…. -, mentre oggi comprende UWP, app Win32, PWA e non solo.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 524 euro oppure da Amazon a 599 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker