Hi-Tech

5G, l'Italia non bloccherà nessun fornitore

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

L'Italia non prevede di escludere nessun fornitore di infrastrutture 5G: l'ha detto la sottosegretaria allo sviluppo economico Mirella Liuzzi. La notizia giunge a pochi giorni di distanza dall'ufficializzazione delle linee guida sull'argomento da parte dell'Unione Europea, secondo cui, in buona sostanza, ogni Stato membro può decidere in autonomia se limitare o vietare del tutto di partecipare ai lavori per la costruzione della rete cellulare di nuova generazione a fornitori considerati "ad alto rischio".

Al di là della questione geopolitica che contrappone i due blocchi tecnologici, l’Italia, come tutti gli altri Paesi europei, deve in primis tutelare i propri legittimi interessi nazionali. A tal fine, dobbiamo affrontare il tema senza ingenuità e con le precauzioni necessarie. Siamo consapevoli di dar seguito strategico ai nuovi driver di sviluppo e dobbiamo farlo assicurando, al contempo, i più elevati standard di sicurezza cibernetica, senza tener fuori dalla porta nessuno in via preventiva.

In questa categoria rientrano sostanzialmente tutte le aziende cinesi, almeno stando a quanto sostengono con forza da diverso tempo gli USA. Ormai il ragionamento è noto: secondo gli USA, il governo cinese può obbligare le società locali a compiere atti di spionaggio di tutte le conversazioni che passano attraverso le loro reti. Le aziende, principalmente Huawei (con cui gli USA sono particolarmente accaniti) e ZTE, sostengono che non l'hanno mai fatto e non lo faranno mai, ma gli USA ritengono che questo tipo di promessa sia intrinsecamente impossibile da mantenere.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker